APP immuni: arriva l’ok del Garante

0
428
App Immuni

Per chi ancora non ne fosse a conoscenza, l’APP Immuni che sarà presto utilizzabile in tutte le regioni è quella dedicata al tracciamento con funzione anti-contagio da Coronavirus. Tale applicazione è già scaricabile attraverso gli store di Apple e Android.

APP Immuni, al via il test in 4 regioni

L’APP Immuni non sarà da subito utilizzata in tutto il Paese, ma dovrà prima essere testata, e al momento le regioni interessate sono solo quattro: Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Tale test avrà inizio l’8 giugno e sarà monitorato con attenzione il suo andamento. Si tratta di un’applicazione che non prevede l’obbligo di utilizzo, ma che è totalmente a carattere volontario.

E’ inutile però sottolineare l’importanza di utilizzare questo strumento, perché grazie alla tecnologia è possibile fare molto per combattere questo nemico invisibile. Grazie all’APP Immuni infatti, si potrà sapere in tempo reale se siamo entrati in contatto con una persona positiva, potendo quindi seguire tutto l’iter necessario per mettersi in linea con i percorsi di sicurezza sanitaria.

Se utilizzata su larga scala, si potrà avere sempre in tempo reale una mappatura quasi precisa della situazione generale del livello di contagio da Coronavirus regione per regione. Una delle problematiche sorte intorno a questo strumento era stato il discorso della privacy, ma come vedremo tra poco, l’APP Immuni è fatta in modo che non vi sia alcun problema di diffusione dei dati personali.

APP Immuni promossa dal Garante della Privacy

Il Garante per la Tutela della Privacy sappiamo che opera meticolosamente nel nostro Paese, andando sempre a garantire la sicurezza dei dati sensibili delle persone. Anche in questo caso, prima ancora che l’APP Immuni fosse ufficialmente lanciata, ha voluto analizzare tutto con estrema attenzione.

Prima di dare l’ok all’APP Immuni, il Garante della Privacy in seguito ad un accurato controllo ha osservato che nella nella valutazione d’impatto trasmessa dal ministero, si evidenziava un trattamento di dati personali che è proporzionato e in linea con le leggi vigenti in fatto di tutela della privacy. L’APP Immuni infatti, ha implementate al suo interno misure importanti volte a garantire in modo sufficiente il rispetto dei diritti delle persone che andranno ad utilizzare tale applicazione.

Inoltre, il fatto di essere un’applicazione ad utilizzo volontario mette le persone di fronte ad una scelta consapevole, quindi, sono libere eventualmente di non accedere se non vogliono trasmettere determinate informazioni personali. Dunque, l’APP Immuni sarà testata a partire dall’8 giugno nelle quattro regioni precedentemente indicate, per poi essere estes alle altre quando si avranno dati estremamente positivi in merito al suo utilizzo.


Ti potrebbero interessare:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.