Anonymous colpisce il ministero della Difesa

Il gruppo più attivo di “anonimi” italiani ha rilasciato online una serie di dati personali sottratti a un sito della Difesa. Circa 1700 account.

Sul blog si legge:

Cittadini del mondo: annunciamo che una lista di dati personali di eserciti e governanti di tutto il mondo è caduta nelle nostre mani. Alcuni lavorano per grandi industrie belliche come Selex, Mdba,Thales Group, altri operano presso i vari ministeri d’europa come ad esempio quello della difesa spagnolo che con i suoi uomini spara ai profughi africani che cercano di entrare in Europa, altri ancora si occupano di Cyber Defence, come i signori dell’ HackingTeam che vendono ai governi software per spiare i propri cittadini, come evidenziato da Wikileaks.

Aguzzini degli eserciti e delle polizie di tutto il mondo, politicanti sfruttatori: il vostro sogno è quello di traformare il pianeta in una gigantesca caserma dove gli esseri umani ignoranti sfruttati e impauriti devono lottare per guadagnare ciò che a stento basta a sostentarli.

Tutto ciò è aberrante e Anonymous non si stancherà mai di combatterlo.

Usurpatori e gendarmi: vogliamo che i rivoluzionari e le rivoluzionarie di tutto il mondo conoscano la vostra identità e si oppongano a voi come meglio credono, perciò abbiamo deciso di diffondere questi dati con l’ intento di generare la più ferma opposizione possibile, contro il potere omicida degli Stati e delle industrie belliche che voi sostenete

Da dove arrivano questi dati?

Secondo fonti di area anon, l’origine sarebbe un sottodominio di Difesa.it, eu2014.difesa.it, ora non più online, che era vulnerabile a un attacco di tipo Sql injection




Tags:

Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.