Android Q, le ultime novità

1
422
Android Q

Non abbiamo ancora smesso di parlare di Android Pie, che già dobbiamo iniziare a parlare di ciò che verrà, Android Q. In un certo senso, Google ha deciso che è tempo di accelerare i tempi e creare una nuova versione del suo sistema operativo con la stessa velocità con il quale i produttori creano nuovi Smartphone. In poche parole: subito, e con modifiche immediate.

Android Q, cosa sappiamo al momento

Android Q al momento non ha ancora un nome completo, né esiste ancora una versione di Preview (anche se ormai non ci manca molto). Possiamo tuttavia vedere cosa sta per arrivare attraverso qualche stralcio di programmazione che Google ha lasciato in giro!

Ecco qualche informazione:

– Possibilità di effettuare un downgrade delle apps.

Avete aggiornato un programma ed ora non funziona più, o non vi piace? Google ha in mente di aggiungere in Android Q una funzione che permette di effettuare un rollback, così da annullare aggiornamenti appena effettuati e darci anche la possibilità di conservare tutte le vecchie versioni.

– Sblocco schermo con il volto già inserito.

Non bisogna più usare un programma esterno o prendere per forza un cellulare che supporti lo sblocco schermo tramite il riconoscimento facciale. In Android Q è molto probabile che questa funzione sarà già inserita all’interno del sistema operativo. Questo non solo renderà comunque più facile l’inserimento di sistemi simili da parte di marchi come Samsung ed altri, ma può potenzialmente inserire in ogni cellulare la funzione di questo sblocco.

– Le Apps non possono leggere più la memoria se sono in Background.

Una funzione particolarmente indicata per la sicurezza, Google ha in mente di vietare l’accesso alla memoria per i programmi che rimangono perennemente in Background. In Android Q le informazioni verranno infatti gestite su più strati, creando così diverse “corsie” nel quale solo alcuni programmi possono accedere per leggere le informazioni scelte.

– Modalità scura (dark) integrale.

Finalmente non dovremo più cercare una modalità scura (dark, o notturna) nelle impostazioni delle apps. Android Q probabilmente avrà una funzione che rende tutto scuro.

– Permessi intelligenti.

Un’altra faccenda per cui Android è sempre in “difficoltà” è la gestione dei permessi. E’ migliorato parecchio negli anni, ma manca ancora d’una certa finezza. Con l’arrivo della versione Q, Google ha in mente d’implementare dei controlli più semplici con il quale gestire i permessi.

Quando uscirà Android Q?

Il primo Developer Preview è previsto per Marzo di quest’anno, quindi non si dovrà aspettare molto. Vi terremo aggiornati come sempre.


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

1 commento

  1. E con un po’ di Q forse funzionerà tutto… Ironia a parte, trovo che questa corsa a lanciare sempre novità (non solo in Android, ma in generale in informatica ed elettronica) porti ad avere prodotti non sufficientemente maturi e collaudati. La cosa peggiore è che gli utilizzatori non fanno mai in tempo a comprendere bene ciò che utilizzano, perchè devono subito passare a qualcos’altro. Che sia questo il vero obbiettivo: creare degli utenti inconsapevoli ma dipendenti?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.