Android: pronta maxi multa a Google, ecco perchè

Abuso di posizione dominante su Android. Sarebbe questa l’accusa verso Google mossa dall’UE. Il colosso americano, come detto, sarebbe nuovamente colpevole di condotta scorretta. A parlare di questa nuova possibile sanzione da parte dell’Unione Europea è l’autorevole The Wall Street Journal.

Il notissimo quotidiano internazionale pubblicato a New York negli Stati Uniti, parla addirittura di una multa multimiliardaria pronta per il gigante di Mountain View a seguito dell’indagine riguardo alle restrizioni poste ai suoi partner per poter usare il suo sistema operativo mobile Android.

Sempre secondo la fonte la multa potrebbe superare i 2,4 miliardi di euro inflitta dall’Ue a Google lo scorso anno.

Abuso di posizione dominante su Android

L’abuso di posizione dominante fa riferimento, come detto, al sistema operativo mobile di Google, Android. L’azienda è accusata di sfruttare Android per diffondere i propri servizi a scapito di quelli della concorrenza.

Andando ancor più nello specifico, secondo la fonte del wall street Journal, Google avrebbe “usato le maniere forti” con i produttori di cellulari, affinché installassero Google Search e il browser di internet Chrome all’interno dei propri device, vincolandoli al suo popolare negozio per app Play e, talvolta, pagandoli per installare Google in esclusiva.

Google non è nuova a multe

Già nel 2017 Google ha preso una bella batosta economica. In quel caso la motivazione era quella di ver avvantaggiato il proprio servizio di comparazione prezzi (Google Shopping) rispetto a piattaforme analoghe offerte dalla concorrenza.

Allora la Commissione Europea optò per una sanzione pari a 2,42 miliardi di euro.

Staremo a vedere cosa succederà adesso, la decisione dovrebbe essere presa il 17 luglio 2018.

Vi terremo aggiornati, come sempre.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.