Android 4.3, ecco tutte le novità

Il nuovo Nexus 7 non è stata l’unica novità dell’evento Google, un altro protagonista è sicuramente Android 4.3 che sebbene non abbia introdotto cambiamenti sostanziali continua la linea di Google per le ottimizzazioni e accorgimenti vari.

Android 4.3 porta avanti il concetto di “Faster, Smoother, More Responsive” introdotto a partire dalla versione 4.1.

Infatti le ottimizzazioni continuano rendendo Android ancora più veloce. Il rendering grafico 2D e la conseguente accelerazione hardware sono stati ottimizzati andando a sfruttare in maniera più efficiente la componente GPU. Anche la presenza di più core all’interno della CPU sarà considerata e opportunamente sfruttata nelle fasi di rendering.

A tutto questo si va ad aggiungere una maggiore qualità delle forme e dei testi.

E’ stato inoltre migliorato l’algoritmo di rilevazione dei tap per rendere ancora più facile la scrittura. Introdotto l’autocompletamento dei numeri di telefono quando si va a comporre un numero.

Per quanto riguarda la grafica ad altre prestazione troviamo l’introduzione del supporto alle API OpenGL ES 3.0 le quali permettono elaborazioni grafiche complesse ad alta qualità, questo si traduce nella possibilità di sviluppare ad esempio giochi ancora più fotorealistici. Per poter sfruttare le potenzialità di queste nuove API grafiche bisognerà comunque esserci una compatibilità lato hardware, compatibilità che già esiste per il Nexus 7 (2013), Nexus 4, Nexus 10 e probabilmente anche sui dispositivi Android di ultima generazione.

Arriva anche il supporto alla tecnologia Bluetooth Smart che permette ai terminali Android di comunicare con i dispositivi a bassa potenza come ad esempio sensori per il fitness e quant’altro. Anche in questo caso c’è bisogno comunque di una compatibilità lato hardware.

Android 4.3 estende la funzionalità multiutente per i tablet grazie ai profili ristretti, un nuovo modo per gestire gli utenti e i loro permessi su un singolo dispositivo.

Con i profili ristretti i proprietari del tablet possono facilmente impostare ambienti separati per ogni utente, avendo inoltre la possibilità di gestire restrizioni ben definite per le app che saranno disponibili in questi ambienti. I profili ristretti sono ideali per amici, famiglia, ospiti, chioschi etc etc.




Reply