Addio a Windows Vista, Microsoft interrompe gli aggiornamenti

Dopo Windows XP Microsoft ha deciso di abbandonare la manutenzione, intesa come aggiornamenti di sicurezza ed evolutivi, di un altro sistema operativo proprietario: Windows Vista.

Windows Vista, pubblicato il 30 gennaio 2007 come successore di Windows XP, non ha mai ottenuto un grande successo tra gli utenti risultato addirittura una “dannazione” per chi lo aveva installato, con continui bug e schermate blu. Troppo avanti per il suo tempo? Troppi errori fatti prima del suo debutto?

Sicuramente un mix tra le due cose anche giudicando le tante opinioni in merito, ma adesso la questione è conclusa visto che Windows Vista è prossimo alla “morte”: a partire dall’11 aprile 2017 Microsoft cesserà il supporto a questo sistema operativo considerato (assieme a Windows ME probabilmente) uno dei peggiori della lunga storia del colosso USA

A differenza di Windows XP questo sistema operativo è ancora in possesso ad una percentuale “esigua” di utenti: parliamo di circa un 2% dei dispositivi desktop.

La fine degli aggiornamenti di sicurezza consentirà ancora l’utilizzo a tutti gli utenti facenti, ma aumenteranno di pari passo i rischi di sicurezza com’è logico aspettarsi

Microsoft, logicamente, cercherà di spingere gli utenti alla soluzione migliore: aggiornare Windows Vista a Windows 10. Ma non tutti i PC che un tempo venivano venduti con Vista sono oggi pienamente compatibili con il moderno sistema operativo, e questo è un aspetto che Microsoft tiene a evidenziare.

Un PC con 1/2 GB di RAM e una GPU DirectX 9 può essere in grado di far girare Windows 10 senza troppi problemi

Se avete Windows Vista e non sapete se il vostro PC funzionerà con Windows 10 vi invitiamo ad utilizzare lo strumento messo a disposizione da Microsoft

Potete utilizzare lo strumento di verifica compatibilità per Windows 8.1 visto che tanto se su un PC si può installare Windows 8.1, sicuramente va bene anche Windows 10

Un altro possibile problema potrebbero essere i Driver delle varie schede video, audio e rete. Per fortuna Windows 10 riconosce e applica dei driver anche se il produttore dell’hardware non ne ha prodotti per il nuovo sistema operativo, poi bisognerà valutare caso per caso.

Se avete bisogno d’aiuto, come al solito, non esitate a contattarci. 😉




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.