Addio a Windows Live Messenger: "migrazione forzata" verso Skype

Windows Live Messenger ha i mesi contati. Il servizio di messaggistica immediata di Microsoft, tra i più famosi al mondo, sarà accorpato a Skype in virtù dall’acquisizione di quest’ultimo da parte del colosso di Redmond.

Microsoft ha annunciato chegli oltre 100 milioni di account  Windows Live Messenger saranno ceduti a Skype ed andranno ad aggiungersi ai 280 milioni di utenti già attivi. Una mossa già preventivata prima del lancio dei Microsoft Windows Phone, nel quale  Skype è integrato in maniera intrinseca nel sistema operativo. Gli utenti WLM dovranno scaricare il nuovo client di Skype 6.0 ed effettuare il login con la loro ID di Windows Live Messenger.

Live Messenger chiuderà definitivamente i battenti nel primo trimestre del 2013. Microsoft mette quindi in atto la strategia di marketing già ipotizzata da molti analisti, che si chiesero perchè mai il colosso di Redmond avesse speso ben 8,5 miliardi di dollari per acquistare una piattaforma di messaggistica che poteva insidiare Live Messenger.

Skype diventerà quindi una vera e propria piattaforma di messaggistica, e non solo un prodotto VoIP o un servizio di videochiamata. Dovrà integrare al suoi interno diversi livelli di comunicazione e dovrà essere inserita in tutte le piattaforme e i prodotti Microsoft.

Skype, suo suo blog, ha dato l’annuncio ufficiale: “Abbiamo una buona notizia da condividere! Skype e Messenger si uniscono. Milioni di utenti di Messenger saranno in grado di raggiungere i loro amici di Messenger su Skype. Con l’aggiornamento a Skype, gli utenti Messenger potranno comunicare e videochiamare i loro amici”.

Quando Messenger sarà definitivamente decreterà la fine di un’epoca.




Reply