A Milano Apple Store tarocchi, vendevano iPhone a 200 euro

A Milano è stato però scoperto un vero e proprio giro d’affari che ha portato all’arresto di 2 cittadini di nazionalità cinese. Riparare un prodotto Apple, si sa, costa un occhio della fortuna e allora questi abitanti della Chinatown milanese avevano messo su una vera e propria attività per riparare i display degli iPhone per soli 30€.

Se già questa non è un’attività propriamente lecita, c’è da aggiungere che gli stessi negozi (ma anche alcuni venditori di strada) vendevano iPhone ricondizionati in casa, ovvero dispositivi costruiti interamente con pezzi di ricambio, spacciandoli per nuovi, imballati in una confezione molto simile all’originale e venduti per circa 200€.

L’indagine è partita dopo che i Carabinieri hanno sequestrato ad un egiziano e ad un rumeno degli iPhone 4 e 4S che si credevano rubati.

In realtà erano stati assemblati con pezzi di ricambio. Grazie all’indagine si è poi stabilita la provenienza dei pezzi e sono arrestate 2 persone.

Insomma, state attenti amici – la truffa è sempre dietro l’angolo.




Reply