Stavolta l'attacco gli Anonymous lo subiscono: sono nel mirino dell'Interpol

0
78

L’Organizzazione Internazionale della Polizia Criminale, meglio conosciuta come Interpol, ha reso noto l’arresto di ben 25 presunti membri dell’organizzazione Anonymous, il noto gruppo di hacker.

L’accusa è la pianificazione di cyber – attacchi contro alcuni siti istituzionali dei paesi scenari delle retate: si tratta della Spagna, Argentina, Colombia e Cile. Il procuratore cileno, Marcos Mercado, ha dichiarato che i sospetti hanno tentato di violare il sistema informatico della biblioteca nazionale cilena e di aver tentato attacchi ai siti delle compagnie elettriche, con lo scopo di sovraccaricare i server inviando così un numero di richieste maggiore rispetto a quello gestibile dal sistema.

Anonymous

Si tratta di 25 hacker, con un’età compresa tra i 17 e i 40 anni: l’operazione denominata “Operation Unmask” ha preso il via a metà febbraio attraverso il sequestro di 250 device tra computer e cellulari e due server reperiti in oltre 15 città.

Tra questi anche i famosi hacker corrispondenti ai nickname di Thunder e Pacotron.

Gli accusati rischiano un minimo di 541 giorni a un massimo di cinque anni di prigione.

La risposta degli Anonymous non è tardata ad arrivare: dopo poche ore dall’arresto, il sito dell’Interpol è stato oscurato e sulla pagina Twitter si può leggere la seguente dichiarazione:

Anonymous is not a criminal organization.


Ti potrebbero interessare:

mm
Amante delle nuove tecnologie, si occupa delle novità relative ai sistemi di comunicazioni; ama la lettura e approfondire gli argomenti che elabora ed esprime in maniera immediata e semplice. Ha una passione che coltiva dalla nascita per il calcio; segue campionati, coppe e tornei nazionali e internazionali, ma la sua squadra del cuore è il Napoli, dalla C alla Champions.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.