Whatsapp, le conversazioni non vengono CANCELLATE del tutto!

Torniamo a parlare dell’app di messaggistica più usata al mondo e di proprietà di facebook, Whatsapp. Secondo il parere del ricercatore Jonathan Zdziarski, uno dei massimi esperti di sicurezza per l’ambiente iOS, che ha esaminato i dischi di alcuni dispositivi con l’ultima versione di WhatsApp, l’applicazione non cancellerebbe del tutto le conversazioni che crediamo di aver cancellato!

Sulla memoria degli smartphone, infatti, rimarrebbe una “traccia” delle chat che l’utente ha eliminato, rimanendo quindi accessibili da eventuali terzi con accesso al dispositivo o tramite un sistema di backup.

Quel che è possibile recuperare, spiega il ricercatore, sono tracce cosiddette “forensi”, vale a dire pezzi di testo rimasti nel database dell’applicazione. Sarebbe “colpa” quindi della banca dati utilizzata dall’app, SQL LITE nello specifico.

Sempre secondo il ricercatore, il database “marcherebbe” come cancellati i dati, senza però sovrascriverli: una mancanza piuttosto banale, che potrebbe però dare un problema di privacy a dei dati così sensibili come delle conversazioni private che crediamo andate via per sempre.

In altre parole i dati non vengono rimossi del tutto immediatamente, ma resi irrecuperabili dall’app e segnati in una lista come sovrascrivibili. Vengono dunque fisicamente eliminati solo quando al loro posto ne vengono salvati di nuovi.

Un pò come accade quando cancelliamo i nostri file dal PC insomma, vengono marcati come da cancellare ma resta sempre una traccia (difatti spesso ci serviamo di software per il recupero dei dati, questi software in quelle sezioni del disco vanno a “pescare” non è che sono miracolosi 🙂 )

Ci sono dei rischi?

La risposta secondo Zdziarski è un secco no, ma è bene essere consapevoli di cosa succede davvero quando si cancellano le conversazioni di WhatsApp .

Alla richiesta di chiarimenti da parte di The Verge, per ora WhatsApp non ha risposto.




Tags:

Reply