Webcam che si bloccano in Windows 10, ecco come risolvere

L’Anniversary Update di Windows 10 è finalmente arrivato ed ha portato con sé parecchie novità…e difetti tutti nuovi, bisogna dirlo. Come moltissimi utenti stanno lamentando c’è un problema che sta impedendo a tutti d’usare le proprie Webcam.

Per qualche motivo, infatti, le Webcam, non appena entrano in uso, fanno chiudere il programma con un errore.

Ma come può essere successo? E’ problema di Driver? Microsoft ha cercato di inserire qualche funzione che oltre che controllare i programmi che usiamo, sfrutta anche la webcam?

La risposta è No: attualmente la Microsoft ha rimosso la possibilità di usare la codifica H264 e MJPEG nelle Webcam, un formato molto popolare in parecchie marche. Un buon esempio è la Logitech, che da un certo modello in poi fa largo uso di queste due codifiche.

Da oggi in poi Windows 10 supporterà solo la codifica YUY2, per qualche motivo. Abilitare qualsiasi cosa che sia sul livello dell’HD blocca il programma.

Che sia stato o no un cambiamento voluto, la Microsoft non ha ancora apportato una patch che risolve il problema (arriverà a Settembre). E ritornare indietro dall’Anniversary Update è più complicato che altro: il limite di tempo è di appena 10 giorni e molti utenti non se ne sono resi conto.

C’è una soluzione, ma non funziona per tutti i PC. Tuttavia è bene provare se può funzionare, non si sa mai! E’ necessario aprire il registro di sistema. Potete fare ciò aprendo Esegui (tasto destro sulla bandiera dello start o premendo WIN+R come combinazione) e scrivendo Regedit.

All’interno del registro cercate questo percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\Microsoft\Windows Media Foundation\Platform.

Cliccate con il tasto destro sulla cartella Platform e indicate che volete creare una nuova chiave DWORD.

Chiamerete il DWORD EnableFrameServerMode con un valore pari a 0 (potete modificarlo una volta creato). Riavviate il PC e provate.

E se trovate tutto questo complicato, potete provare con una chiave di registro da compilata da applicare al vostro sistema. Potete scaricarlo da qui. In questo caso basterà cliccare su “Enable” ed accettare la modifica al registro.

Ovviamente usate la versione adatta per voi (32bit o 64bit). Potete rimuovere la modifica con la chiave “Disable”




Reply