Vi piace Pokémon Go? Ecco qualche alternativa

Come ben sappiamo, Pokémon Go è al momento la mania che ha stravolto la vita di parecchie persone intorno al mondo. Si tratta d’un gioco AR, ovvero Augmented Reality.

Realtà Aumentata se vogliamo intenderci in italiano. Questo non fa del titolo l’unico della sua categoria, anzi: nel Google Play Store possiamo trovare anche altri giochi che sfruttano la stessa meccanica.

Eccoli tutti:

Warp Runner. Siete appassionati di Puzzle? Warp Runner può darvi questo nella sua meravigliosa Realtà Aumentata. Basta avere a disposizione una qualsiasi superficie piatta come un tavolo ed un pavimento e si può iniziare a giocare!

E’ un po’ grezzo per certi versi, ma veramente funzionale. Mostra più o meno le potenzialità del tipico gioco da Realtà Aumentata senza farvi perdere troppo.

SpecTreck. Perché andare in giro a catturare mostriciattoli quando potete catturare dei fantasmi? Questo gioco, ormai piuttosto vecchio, prende molto in esempio quello che Pokémon Go fa oggi.

Nonostante sia aggiornato per stabilità e compatibilità molte funzioni sono comunque vecchie. Ma è di buon esempio sulle meccaniche di base. Esiste anche la versione pagata che aggiunge qualche vantaggio in più.

Ingress. C’è chi lo ignora, ma Pokémon Go è una versione derivante da Ingress, il gioco che la Niantic ha in sviluppo ormai da molto tempo.

Le meccaniche sono simili, ma c’è davvero molto da fare in un atmosfera leggermente più matura del tipico acchiappa-mostri. Dovete concentrarvi sul gioco di squadra e cercare di fornire quanta più energia possibile alla vostra fazione.

TableZombies. Vi piace sparare al prossimo non morto di turno? TableZombies è simile a Warp Runner, avete bisogno d’una superficie piatta e una mappa che il gioco vi fa scaricare.

Ogni mappa crea un arena nel quale dovete naturalmente annientare quanti più zombies potete. La prima mappa è gratuita, tutte le restante vanno però comprate.

E’ il sacrificio tipico dei giochi free, ma se vi piace la meccanica ne vale davvero la pena.




Reply