Twitter: Rubati 32 milioni di account, in vendita sul dark web

Il Web invisibile (conosciuto anche come Web sommerso o dark web) è l’insieme delle risorse informative del World Wide Web non segnalate dai normali motori di ricerca. Qui molto spesso si trovano anche credenziali RUBATE da noti social network e servizi di posta elettronica.

Stavolta a farne le spese sono gli utenti di twitter

Secondo quanto riportato dal sito LeakedSource, infatti, un hacker di origine russa avrebbe messo su questo portale oltre 32 milioni di account, anche di utenti italiani. Queste password non sembrano provenire da un violazione diretta a Twitter, ma sarebbero state ottenute infettando i pc dove gli utenti salvano solitamente le password

Non crediamo allarmismi, la maggior parte degli utenti coinvolti è RUSSA, ma ci sarebbero anche dei domini “italiani” quali ‘libero.it’ (circa 60 mila account) e ‘hotmail.it’ (circa 50 mila account).

Al top dei domini ci sono ‘mail.ru’ (5 milioni), ‘yahoo.com’ (4,7 milioni), ‘hotmail.com’ (4,5 milioni) e ‘gmail.com’ (3,3 milioni).

I vertici Twitter hanno spiegato, tramite un tweet, che stanno controllando i loro database proprio alla luce dei recenti casi di password rubate e Michael Coates, suo responsabile sicurezza, ha affermato che la piattaforma non è stata violata.

Tra gli account in vendita non c’è quello di Mark Zuckerberg, esposto pochi giorni fa.

L’analisi delle password evidenzia che la scarsa creatività delle persone è alla base di furti tanto ampi e frequenti. La maggior parte delle password rubate infatti rispecchia quelle più usate al mondo, e dunque meno sicure: “123456” e la stessa parola “password”

Nel dubbio cambiate la vostra password!




Reply