TIM, dopo TIM PRIME ecco PRIME GO. Ecco che succederà dal 15 giugno a chi ha questo operatore

Salve amici lettori, ricorderete sicuramente la tariffa (poi sospesa da TIM perchè richiamata dall’agcom) chiamata TIM PRIME, la tariffa che si auto-attivava ad aprile. Bene, ecco che il colosso della telefonia ci riprova, vediamo come

Sembra che TIM voglia far entrare i suoi clienti all’interno di una élite di “utenti fortunati” con l’attivazione arbitraria di TIM Prime go, opzione che non sarà più OPZIONALE per alcuni piani tariffari ma ne sarà, invece, parte integrante.

L’operatore telefonico annuncia, infatti, che a partire dal 15 giugno 2016, intende modificare le condizioni economiche di alcuni piani tariffari base ricaricabili che entreranno a far parte dei piani Prime go ed avranno un costo di 49 centesimi a settimana in più.

Ecco cosa scrive TIM in un comunicato

A partire dal 15 Giugno 2016 alcuni piani tariffari ricaricabili vengono modificati, entrano a far parte dei piani TIM PRIME go e avranno un costo di 49 cent/€ a settimana. A partire dalla ricezione del SMS, è possibile richiedere i seguenti vantaggi esclusivi TIM PRIME go

Rimarranno invece invariate le soglie già presenti e i canoni mensili, e si aggiungeranno come vantaggi:

  • Biglietti 2×1 per il cinema ogni settimana,
  • Calciomercato e Campionato con la App Serie A TIM senza consumare traffico dati
  • Chiamate e SMS illimitati verso un numero mobile TIM a scelta,
  • La possibilità di vincere smartphone e premi alla ricarica

Ma chi saranno questi utenti?

Sicuramente vi interesserà sapere se rientrate anche voi nella schiera di questi fortunati o sfortunati (dipende dal punto di vista ovviamente). A nostro modo di parere quasi tutti i piani tariffari in vigore riceveranno questa offerta! Volete scommettere? 🙂

E se non volessi Tim Prime GO?

Chi non volesse pagare 49 centesimi di euro a settimana, cioè circa 2 euro al mese avrà 2 strade possibili

  1. Cambiare Tariffa con uno che non include TIM Prime Go. E a primo impatto ci sembra proprio che l’unico piano compatibile dovrebbe essere questo.
  2. Cambiare Operatore. I clienti che non accettano la suddetta modifica, in base all’articolo 70 comma 4 del Decreto Legislativo 259 del 2003, hanno il diritto di recedere dal contratto senza costi di disattivazione o penali, entro la data riportata nel sms ricevuto chiamando il 409162 e seguendo le istruzioni della voce guida, oppure, compilando l’apposito modulo o inviando un sms al 119 con testo “CESSAZIONE SIM” o chiamando il 119 oppure possono passare ad altro operatore. In tal caso, ove sulla linea sia attiva un’offerta in rateizzazione per l’acquisto di un prodotto in corso di vigenza contrattuale (24 o 30 mesi in funzione del prodotto scelto), al cliente saranno addebitate in un’unica soluzione le rate residue contrattualmente previste relative al prodotto acquistato.



Tags:

Reply