smartphone e telefonia: nasce la lista dei cattivi pagatori, ecco di cosa si tratta

E’ nato il registro dei morosi nel pagamento delle bollette, si chiama S.I.Mo.I.Tel. Il garante della privacy ha dato l’ok a questo registro. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Ci sono molti furbetti che, effettuando il cambio di operatore, lasciano insolute le fatture relative al servizio usato dal precedente gestore e che, in molti casi, si tengono anche il modello di smartphone legato alla promozione sottoscritta. Sicuramente un grosso problema per i big della telefonia che, non riuscendo a star dietro alla mole enorme di operazione di portabilità innescate dal processo di liberalizzazione del settore perdono molti soldi in questi passaggi.

D’ora in avanti, però, ci sarà giustizia per tutti, soprattutto per la maggior parte delle persone “oneste” che rispettano le regole.

Chi non paga verrà “schedato” nel Sistema informativo sulle morosità intenzionali nel settore della telefonia e diventerà difficile ottenere un’attivazione di una nuova linea fissa o mobile o di un abbonamento dati.

Il meccanismo è del tutto simile alla centrale rischi dei cattivi pagatori delle rate dei mutui e dei prestiti che, una volta iscritti nei Sic, restano un bel po’ di anni fuori dalle banche e dalle finanziarie.

Il Garante privacy nell’approvare tale registro ha anche precisato un aspetto: nel registro non finiranno i consumatori che non hanno pagato le bollette a causa di difficoltà economiche momentanee o per ritardi occasionali.

I cattivi sono solo i clienti “seriali” che per precisa volontà sfruttano la portabilità per far perdere le proprie tracce.




Reply