Su AMAZON il 90% degli accessori APPLE e falso! Attenzione

E’ l’allarme lanciato dal colosso di cupertino che ha fatto rimuovere dal colosso dell’e-commerce Amazon migliaia di alimentatori e cavi non originali. A vendere questo materiale “falso” era la società Mobile Star LLC, già denunciata da Apple per violazione di marchio registrato e che, probabilmente, dovrà risarcire Apple per milioni di dollari

I prodotti venduti da questa società, infatti, erano spacciati come originali anche se non lo erano per niente.

Come Apple ha scoperto l’inganno

Per scoprire l’inganno Apple stessa ha provveduto ad acquistare alcuni prodotti e ad accertare che fossero falsi. A quel punto il colosso di cupertino ha contattato Amazon (visto che la spedizione avveniva proprio da Amazon) e ha scoperto che a venderli in realtà era questa società e non Amazon direttamente

Secondo l’azienda californiana i prodotti in questione non hanno superato nemmeno i test di sicurezza, e quindi oltre al danno economico al cliente, poteva anche configurarsi un vero e proprio pericolo

L’indagine di Apple sullo store Amazon è andata avanti e l’azienda ha riscontrato che quasi il 90% dei gadget venduti online non sono originali: questo potrebbe danneggiare l’immagine della società di Cupertino e di sicuro ci saranno altre denunce per far si che Apple venga tutelata.

Come capire se un accessorio è falso

Come spiega Business Insider, il consumatore può capire facilmente se sta acquistando un gadget non originale: se il prezzo è molto inferiore rispetto alla media per quel dato marchio, è facile che si stia osservando un falso.

E’ fondamentale, in conclusione, prestare la massima attenzione a ciò che si acquista. E’ sempre meglio orientarsi su un prodotto apertamente non originale ma ”garantito” piuttosto che su un oggetto incredibilmente economico.

Poi, trattandosi di Apple, dovrebbe suonare strano che un prodotto costi il 50% in meno visto che non si trova da nessuna parte una proposta del genere. I prodotti Apple non scendono mai sotto-costo insomma!




Tags:,

Reply