Smartphone bagnato, i primi soccorsi

Siamo in estate e, anche non ve lo auguro, potrebbe capitare che cada il vostro smartphone in acqua. Ciò generalmente è grave per più d’un motivo: se non è impermeabile, l’acqua può filtrare e mandare in corto circuito lo smartphone.

Possiamo perdere dati senza alcuna possibilità di ritorno. Vi possono essere casi nel quale sul cellulare può cadere del liquido molto più pericoloso, come thè o aranciata. Nel caso questo accade, bisogna correre subito ai ripari.

Ecco cosa possiamo fare per scongiurare il disastro:

Prima di tutto, spegnete immediatamente il vostro cellulare! Se necessario, non spegnetelo nemmeno tramite il tasto d’accensione, togliete la cover e rimuovete la batteria(ove possibile visto che alcuni smartphone non permettono di farlo). Cercate immediatamente di asciugare ogni singolo millimetro con un panno morbido.

Fatto ciò, controllate se avete del riso semplice in casa. E’ attualmente un ottimo modo per assorbire l’acqua all’interno e l’ovvia umidità che ne viene.

Immergetelo nel riso ed aspettate circa un giorno. E’ consigliato che lo facciate con tutte le porticine SIM, SD ed altro ancora aperti. Bisogna estrarre la maggior quantità d’acqua possibile. Una volta che lo avete estratto, scuotetelo per vedere se esce ancora dell’acqua. In tal caso passate nuovamente il panno e reinseritelo nel riso per un altro giorno. Alla fine del secondo giorno abbiamo raggiunto il tempo massimo del trattamento.

Adesso è il momento della verità: prendete il vostro telefono e una volta (se è stata estratta naturalmente) inserita la batteria e connesso all’alimentatore, provate ad accenderlo. Se lo smartphone s’accende con successo senza capricci di dati corrotti, siete perfettamente al sicuro.

Se manca del riso in casa e non potete procurarvelo, potete provare a tenere il vostro cellulare appeso o in piedi, per fare in modo che l’acqua sgoccioli via. Alcuni siti consigliano anche di provare ad usare un aspirapolvere, ma non è molto consigliato perché provoca un sacco d’elettricità statica. Anche un fono può provocare danni irreparabili se usato male.

E’ sempre bene affidarsi ad un tecnico capace, tenendo caso che comunque la garanzia non è sempre valida in questi casi (c’è un sensore apposito che rileva la presenza d’acqua e si chiama LDI)




Reply