Si può non pagare il canone RAI? Quali sono i requisiti per l’esonero?

E’ di qualche giorno la notizia dell’ufficialità del Canone RAI in bolletta elettirica in 10 rate da 10 euro e contestualmente a questa notizia ci stanno arrivando numerosissime richieste sul come non pagare il canone. Probabilmente la richiesta ci arriva da molte di quelle persone che prima (il canone) non lo pagavano e adesso si vedono costrette a farlo.

Un pò di chiarezza sull’attuale legge

Dal sito ufficiale della RAI si legge che è confermato che il canone per uso privato è dovuto da chiunque detenga un apparecchio atto od adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive. La detenzione dell’apparecchio si presume nel caso in cui esista una utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica. Per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica il pagamento del canone avviene mediante addebito nelle fatture elettriche. In ogni fattura sono addebitate le rate mensili scadute. Al fine del calcolo delle somme da addebitare, l’importo annuo del canone e’ suddiviso in dieci rate mensili. Coloro che alla data del 1 gennaio 2016 non fossero titolari di abbonamento tv e non detenessero alcun apparecchio televisivo, al fine di non essere obbligati al pagamento del canone, potranno inviare una apposita dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo. La suddetta dichiarazione deve essere tassativamente resa nelle forme previste dalla legge, ha validità per l’anno in cui è presentata ed espone a responsabilità penale in caso di mendacio. Il canone è dovuto una sola volta per tutti gli apparecchi detenuti nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica. Limitatamente all’anno 2016, il primo addebito di canone avverrà nella prima fattura elettrica successiva al 1 luglio 2016. L’importo del canone è indicato nella fattura con una distinta voce. Non è più consentita la disdetta dell’abbonamento richiedendo il suggellamento degli apparecchi

Ecco le tre domande più comuni che ci stanno ponendo i nostri lettori.

  1. Si può non pagare il canone?
  2. Quali sono i requisiti per l’esonero?
  3. È possibile sospendere il pagamento?

Cerchiamo di chiarire un pò di aspetti come ad esempio quali sono i i requisiti per l’esonero?

Sono esonerati esclusivamente:

Militari delle Forze Armate Italiane

L’esenzione è prevista solo per: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate. La detenzione del televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, non esonera dal pagamento del canone.

Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato

Possono usufruire dell’esonero scrivendo al S.A.T. Sportello Abbonamenti TV allegando dichiarazione del Comando da cui dipende l’interessato o autocertificazione attestante l’appartenenza alle Forze armate della NATO

Agenti diplomatici e consolari

Se stranieri accreditati in Italia e a condizione che nel paese da loro rappresentato pure i rappresentanti diplomatici italiani ivi accreditati godano di uguale trattamento.

Rivenditori e riparatori TV

Esonero ai 75-enni.

Per avere diritto all’esenzione occorre – aver compiuto 75 anni di eta’ entro il termine di pagamento del canone; – non convivere con altri soggetti diversi dal coniuge titolari di reddito proprio;
– possedere un reddito che unitamente a quello del proprio coniuge convivente, non sia superiore complessivamente ad euro 516,46 per tredici mensilita’ (euro 6.713,98 annui).

E se pago un canone satellitare o una pay tv: sono esonerato dal pagamento del canone televisivo?

NO, in quanto l’obbligo al pagamento del canone di abbonamento alla televisione, secondo quanto disposto dall’Art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, sorge a seguito della detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive.

E se non uso la Tv posso sospendere temporaneamente il pagamento del canone?

NO: secondo la normativa che regola il pagamento del canone non è prevista la sospensione temporanea dell’abbonamento




Reply