Se vedete questo teschio rosso non aprire per nessun motivo WhatsApp | BUFALA

Whatsapp quasi ogni settimana pubblica all’interno della sua app importanti e utili nuove funzionalità. Anche i cybercriminali e i bufalari, o in un modo o in un altro cercano sempre di stare al passo con i tempi inventando o virus (che in quel caso possono rubarci i dati personali o il credito telefonico) o una bufala(che al massimo ci fa sorridere e che non provoca nessun danno)

Oggi è la volta della bufala.

Ecco cosa è apparso su un sito “Specializzato” nel raccontare frottole (ilfatoquotidiano, da non confondere con il giornale ilfattoquotidiano):

I primi effetti del virus si riscontrano nell’icona dell’App di Whatsapp: accanto alla classica icona verde spunterà in alto a destra un teschio di colore rosso. Se l’utente dovesse visualizzare questa immagine non dovrà per nessun motivo cliccare sull’icona per aprire  WhatsApp. Se si dovesse aprire anche per sbaglio sarà possibile comunque limitare i danni non rispondendo al messaggio: “Congratulazioni! Il tuo numero di telefono +39xxxxxxxxxx è stato selezionato casualmente come dispositivo mobile fortunato di oggi! Hai un (1) premio non reclamato. Reclama il tuo premio ora!” In allegato c’è un contenuto multimediale e una scheda contatto. Questo messaggio viene inviato da un mittente con un prefisso +44 ( Inghilterra) invitando l’ignaro utente ad aprire il file multimediale per poter ritirare il premio vinto”. Nel momento in cui l’utente aprirà il contenuto del file sarà automaticamente installato a vostra insaputa un virus in grado di rubarvi e bloccarvi l’accesso alle vostre informazioni personali (contatti e foto). La cosa più grave inoltre sarà che lo smartphone si blocca in automatico e diventa così inutilizzabile.

Per evitare questo tipo di problemi bisogna disinstallare l’App di WhatApps e installarla nuovamente. Una volta scaricato non sarà più visualizzato il teschio rosso e si potrà riutilizzare normalmente il social di messaggi più famoso al mondo.

WhatsApp reschio rosso

diciamo che la bufala raggruppa un pò di notizie (vere) quali virus e/o malware assieme a notizie assolutamente false come quella del “teschio rosso”.

Insomma, spazio all’immaginazione per i bufalari




Reply