Samsung Galaxy Note 7 fa “il botto”- Whatsapp non funzionerà più su alcuni cellulari!

Stop alla distribuzione per uno degli ultimi modelli presentati da Samsung: Galaxy Note 7. Il telefono della Samsung che presenta delle anomalie: la batteria esplode.

Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di esplosione della batteria sui Galazy Note 7

ha dichiarato Koh Dong-jin presidente della Samsung, e ci vorranno due settimane per preparare tutte le sostituzioni dei cellulari.

Il telefono di nuova generazione è uscito il 19 agosto in Corea del sud e in altri nove Paesi.

Sarebbe stato in vendita in tutto il mondo il 2 settembre, se non fossero arrivate numerose segnalazioni di esplosione della batteria sul primo milione di unità vendute.

Tutto il mondo era pronto per  il lancio, con gli smartphone già in esposizione, ma  la batteria del nuovo Samsung Galaxy Note 7 è a rischio esplosione e la compagnia ha pensato bene, di ritirare immediatamente i modelli e di fermarne la distribuzione.

Finora sono 35 i casi accertati  di esplosione, per cui la  percentuale di prodotti difettosi è pari allo 0.1%, tuttavia questo è bastato per far crollare le azioni in borsa della Samsung .
Ecco il video di un Galaxy Note 7 completamente bruciato postato su YouTube da un cliente.

Un duro colpo per la Samsung

Le azioni Samsung sono crollate del 3,5% sul mercato di Seul,  registrando perdite del 2%.

Questo è un colpo durissimo per il colosso tecnologico che è attualmente il maggior produttore di smartphone al mondo.

Proprio la tempistica è stata fatale, in quanto la Samsung stava guadagnando sulla rivale di sempre Apple, grazie alle vendite appunto del Galaxy Note 7.

Quindi, la mossa di far uscire in anticipo il Galaxy Note 7 si è rivelata un flop, e oggi c’è la presentazione del nuovo iPhone 7

Perché la batteria del Galaxy Note 7 esplode?

Il problema riscontrato nella batteria si verifica quando il telefono è sotto sforzo, in carica e durante l’upload di file multimediali nel cloud. Quindi surriscaldandosi la batteria, che evidentemente ha delle anomalie, esplode.

E Whatsapp?  –funziona oppure no?-

L’avanzamento tecnologico è inarrestabile e chi si ferma è perduto.

Nel mondo delle app. sta accadendo una vera e propria rivoluzione.

Decine tra le più famose applicazioni hanno deliberato che non saranno più presenti con i loro aggiornamenti su quei device che “ruoterebbero” su sistemi operativi troppo vecchi.

Infatti, pare che  WhatsApp, su alcuni sistemi, non solo cesserà di aggiornarsi ma smetterà addirittura di funzionare…

Tutti i telefoni con Android 2.1 e 2.2 (e naturalmente tutti quelli antecedenti a questi ultimi) non potranno più utilizzare WhatsApp.

I possessori di questi telefoni si vedranno recapitare, a ridosso delle prossime feste natalizie, un messaggio come questo:

purtroppo, dopo il 31 dicembre, 2016 questo telefono non sarà in grado di continuare a utilizzare WhatsApp, dal momento che non sarà più compatibile con l’applicazione”.

Insomma, cari lettori, proprio nel periodo natalizio e a Capodanno, quando si sa bene, che le linee impazziscono per lo scambio continuo di messaggi, Whatsapp smetterà di funzionare.

Ma quali sono questi telefoni?

Praticamente tutti quelli prodotti fino al 2008.

Le versioni incriminate sono: Froyo, Eclair, Donut, e CupCake.

Per tradizione, ogni versione della piattaforma viene identificata con il nome di un dolce, le cui iniziali sono in ordine rigorosamente alfabetico:

  • Cupcake
  • Donut
  • Eclair
  • Froyo,
  • Gingerbread
  • Honeycomb
  • Ice Cream Sandwich
  • Jelly Bean
  • KitKat

Questo è dovuto ad una partnership siglata da Google con la multinazionale alimentare Nestlé.

In ogni caso ricordo che la stragrande maggioranza dei telefoni Android oggi sono con KitKat (34%), segue Lollipop(16%) e in pochissimi hanno l’ultima versione: Marshmallow




Reply