Ricaricare lo smartphone di notte fa male alla batteria?

Ci sono tanti “miti” e luoghi comuni legati al mondo della telefonia, uno di questi riguarda proprio le modalità di ricarica del nostro dispositivo, smartphone o tablet che sia.

Iniziamo col dire che il consumo di batteria è il vero tallone d’achille degli smartphone di ultima generazione. Permettono di fare qualsiasi cosa è vero, ma spesso non si riesce ad arrivare a sera che già bisogna effettuare una ricarica.

Ricaricare di notte può fare male alla batteria?

NO. Assolutamente no. La batteria non si usura ne diminuisce la sua durata se la lasciamo in carica per tutta la notte.

Quando il vostro smartphone raggiunge la carica massima smette di caricare grazie ad un circuito che ha al suo interno e interrompe la carica. Ve ne accorgete anche dall’alimentatore che non scalda più.

La batteria potrebbe danneggiarsi se il suddetto circuito non funzionasse portando ad un surriscaldamento eccessivo degli elementi della batteria.

Un altro piccolo mito da sfatare è quello relativo ai cicli di carica e scarica. Da una parte è vero che le batterie al litio solitamente hanno un’indicazione sul numero di cicli di ricarica che possono subire prima di esibire un notevole degrado in termini di durata, ma questi cicli si riferiscono ad una carica completa.

In altre parole, ricaricando lo smartphone dal 90 al 100% avrete effettuato solo un decimo di ciclo; ovvero non è vero che portare la ricarica al massimo limita la durata nel tempo della batteria




Reply