Registravano l’audio di un film in programmazione nelle sale, arrestati

Il “mestiere” del pirata cinematografico consiste anche nell’entrare nelle sale e “registrare” il film in prima visione. Questa tipologia di ripping di opere audiovisive tipiche della pirateria cinematografica si chiama CAM

La tipologia CAM (abbreviazione di CAM-Corder), infatti, indica che il film è stato ripreso con una telecamera nascosta direttamente all’interno del cinema. Solitamente la ripresa è mossa o non perfettamente centrata e a causa della bassa quantità di luce la lente non viene messa a fuoco correttamente.

I colori sono spenti e sfocati, le immagini quasi mai nitide. La maggior parte delle volte il sonoro viene registrato anch’esso tramite il microfono della videocamera ed è quindi afflitto da riverbero, in alcuni casi così intenso da nuocere l’intellegibilità del parlato. Chi effettua una registrazione del genere è chiamato CAMMER.

Fatta la breve premessa per “i non esperti” la notizia che segnaliamo oggi è l’arresto di questi cammer perchè stavano registrando l’audio di un film. Due persone, infatti, sono state arrestate nel regno unito (uno di 19 e l’altra di 44 anni) durante una proiezione del film The Divergent Series: Allegiant.

Secondo quanto riportato dalla Federation Against Copyright Theft, nella stessa sala non era la prima volta che veniva registrato l’audio di un film e gli investigatori sono giunti all’arresto dopo una vasta indagine che li ha portati ad indagare anche sui portali che pubblicano questo tipo di film pirata

In italia ancora non ci risultano casi del genere, ma mai dire mai.




Reply