Può il nostro cellulare salvarci dai terremoti?

Con tutti questi terremoti sul suolo italiano, nasce un’ovvia domanda: può il nostro Smartphone salvarci da un terremoto viste le sue innumerevoli funzioni?

Ecco qualche applicazione per poter aumentare le nostre chance in caso d’emergenza

Usate il vostro Smartphone come sensore 

Se il vostro cellulare non è molto vecchio, ha tutti gli strumenti in regola per poter capire quando sta arrivando un terremoto ed avvertirvi di conseguenza.

L’app che dovete scaricare in questo caso è MyShake il quale non appena avverte delle vibrazioni, cerca di avvisarci. Ovviamente i risultati possono variare in base al cellulare e la superficie sul quale lo piazzate.

Usate il vostro Smartphone come un allerta live

Se invece vi da più confidenza avere un canale sempre aperto con una comunicazione “live” ad un servizio globale, potete scaricare Earthquake Alert. Questo servizio non appena viene a conoscenza d’un terremoto che può coinvolgerci, ci manda un avviso.

Questo non avviene in maniera proprio immediata, ma è certamente un buon punto d’inizio. Avere in questo caso una buona connessione ad internet in tutti i momenti è un bene.

Una soluzione più “italiana” è disponibile qui.

Tenete sempre il cellulare vicino con voi, o che potete immediatamente mettere in tasca. Questo può essere utile soprattutto se accoppiato con Red Panic Button il quale ha delle scorciatoie dirette per effettuate chiamate telefoniche, mandare email ed altro ancora, tutto relativo alle emergenze.

In caso non avete la possibilità di usare una qualsiasi App nei momenti più critici, ricordatevi di avere a disposizione un qualche tipo di suono molto forte installato al suo interno. Avere la possibilità di farsi sentire può contare parecchio.

Va comunque detto alla fin fine che il vostro Smartphone può aiutarvi e forse giocare un ruolo chiave nel mettervi in salvo, ma parlando in generale non affidatevi mai completamente al cellulare.

In caso di terremoto, seguite sempre le solite regole precauzionali per trarvi fuori d’impiccio.




Reply