Non tutti saranno obbligati a pagare il Canone Rai. Ecco chi sarà esentato

Il canone RAI. Torniamo a parlare di questa tassa visto che in questi giorni gli interventi del governo sull’argomento, soprattutto del Presidente del Consiglio Renzi, sono stati tanti. La decisione è stata presa, mancano ancora dei dettagli. Come largamente preannunciato, una delle novità sarà la tipologia di pagamento. La somma sarà addebita sulla bolletta relativa all’energia elettrica, probabilmente ogni sessanta giorni(16,66 euro l’una), ma in una voce a sé stante ed esplicitamente segnalata al cliente.

Il canone sarà corrisposto in sei rate, a cadenza bimestrale, così come la frequenza della bolletta elettrica che lo conterrà.

Chi non lo dovrà pagare?

Stante l’esenzione per gli over 70, quel che conta è l’inversione dell’onere della prova; il canone verrà inserito direttamente nella prima bolletta che riceveremo, e solo dopo sarà possibile chiedere di esserne esentati, se in grado di dimostrare di non possedere alcun apparecchio per la ricezione tv. Quindi nella situazione in cui si sia dotati soltanto di uno smartphone o tablet con connessione di rete aziendale sarebbe teoricamente possibile evitare il pagamento del canone Rai.

Stando sempre alle prime indiscrezioni basterà compilare un’autocertificazione e dichiarare di non possedere né tv né connessione per essere dispensato dal pagamento del canone in bolletta. Confermata la multa pari a cinque volte il canone rai, cioè 500 euro, per chi non paga la tassa, mentre sembra accantonata l’idea di multe per i gestori energetici che non comunichino i dati dei clienti morosi

Che ne pensate?




Reply