Microsoft: alla conquista di Android con le preinstallazioni

Il CEO Nadella la pensa diversamente sul settore mobile rispetto ai suoi predecessori. Se prima si tendeva ad acquistare realtà mobile già esistenti (vedi l’acquisto di Nokia) adesso si pensa anche a sfruttare meglio anche gli altri sistemi operativi della concorrenza più diffusi di Windows Phone

Il nuovo corso in quel di Redmond è chiaro: espandere i servizi Microsoft su tutte le piattaforme, in dipendentemente dal sistema operativo e dalla natura del dispositivo. A confermarlo è Nick Parker, vicepresidente aziendale della divisione OEM.

Ecco cosa ha dichiarato

In un mondo sempre più incentrato sul mobile e sul cloud, ciò che davvero conta è la mobilità dell’esperienza e i dispositivi svolgono un ruolo cruciale per far sì che ciò diventi realtà per i consumatori, le aziende, gli sviluppatori e l’IT. Per fare ciò, Microsoft si sta impegnando davvero tanto per conquistare il cuore dei nostri partner e dei consumatori. Oggi sono entusiasta di annunciare che ora ci sono 74 partner hardware in 25 paesi che stanno rendendo disponibili applicazioni e servizi di produttività di Microsoft sui loro tablet e smartphone Android

L’accordo siglato da Acer è simile a quello firmato da Samsung a inizio 2015, con il quale la compagnia coreana si è impegnata a preinstallare la suite Office su alcuni tablet. E così anche Acer, a partire dalla seconda metà di quest’anno, offrirà sui suoi dispositivi Android Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote, OneDrive e Skype.

Sono ora 74 i produttori OEM che sfornano o sforneranno a breve tablet e smartphone Android con prodotti Microsoft di serie: solo dopo la scorsa primavera Microsoft ha stipulato accordi con 31 produttori




Reply