Mi conviene pagare gli autori di Cryptolocker per riavere i miei file?

Sicuramente avrete sentito parlare almeno una volta del “famoso” virus Cryptolocker, il virus che cripta i documenti e chiede il riscatto il Bitcoin per riaverli. Symantec, nota casa produttrice del famoso antivirus Norton, stima che circa il 3% di chi è colpito dal malware decide di pagare.

Ma conviene pagare?

C’è subito da chiarire un aspetto fondamentale. Se pagate, non è detto che otterrete la password di sblocco dei vostri dati: dopotutto state trattando con dei criminali. Dipende dal criminale, sembrerà assurdo ma è cosi.

Potrebbero capitare, infatti, diversi scenari e tutti dipendono dalla variante che prendete del virus

Alcuni, dopo aver pagato il riscatto, vi forniscono la chiave di sblocco (o in altri casi il software) e riavete i vostri file decriptati. Altri, invece, vi danno un programma che non sblocca proprio nulla e da qui la beffa nella beffa. Avete pagato (da 300 a 500€ e non avete ottenuto nulla)

Personalmente, per alcuni amici, mi sono trovato a dover “recuperare” 2 dispositivi infetti. Uno era un Synology (una sorta di NAS con sistema operativo) e l’altro un PC con Windows 7. Nel caso dell’infezione presa sul Synology siamo riusciti a recuperare tutto mentre nel caso di Windows NO. Ciò non vuol dire che su windows non funziona, dipende (come detto) dal tipo di variante

Personalmente consiglio di non pagare per ovvi motivi! Ma se è proprio necessario allora sappiate che non è detto che riavrete i vostri file!!




Reply