LockerPIN, il primo ransomware per Android che, all’insaputa dell’utente, imposta o modifica il PIN del dispositivo

Avete uno smartphone Android? Allora bisogna stare attenti visto che il centro ricerche di ESET, casa produttrice di software per la sicurezza digitale tipo NOD 32, ha rivelato l’esistenza di LockerPIN, il primo ransomware per Android.

Per i profani si tratta di un particolare tipo di malware che limita l’accesso al terminale android, allo scopo di richiedere un riscatto (ransom in inglese)

Questo virus si diffonde attraverso app store di terze parti non certificate, forum warez e server di torrent. Dopo aver completato la propria installazione, il trojan tenta di ottenere i permessi di amministratore del dispositivo infettato, sovrapponendo al messaggio di sistema una propria finestra e presentandosi come installazione di una patch di aggiornamento.

Purtroppo non esiste un modo semplice per modificare il PIN dei dispositivi corrotti se non ripristinando le impostazioni iniziali di fabbrica, con la conseguente perdita di tutti i dati; e per aggiungere al danno anche la beffa, se l’utente decide di pagare il riscatto, il cybercriminale potrebbe impostare un PIN a caso, tenendo di fatto il dispositivo in blocco.

Per impedire l’infezione, raccomandiamo di adottare una soluzione di sicurezza progettata specificamente per gli smartphone e i tablet Android, di effettuare backup periodici e di scaricare le applicazioni solo da app store certificati come Google Play o l’App Store di Amazon

ATTENZIONE




Tags:

Reply