L’inps lancia l’operazione ‘Busta arancione’ per la simulazione della pensione futura

150 mila cittadini riceveranno, entro natale, la ‘famosa’ busta arancione di cui tanto si sta parlando in questi giorni. Inizialmente s’era parlato di milioni di buste poi c’è stata la precisazione da parte del presidente dell’INPS circa il numero di buste effettive

Ma cosa conterranno queste buste?

La lettera conterrà alcuni dati importanti sul futuro pensionistico dei lavoratori italiani – tra cui la previsione della data di accesso alla pensione e dell’importo mensile della pensione futura spettante. Serve, insomma, a dare risposta alle domande che si pongono i lavoratori: ad esempio quando andranno in pensione e quale sarà l’importo.

Chi riceverà questa busta?

Boeri, presidente Inps, ha spiegato come la spedizione della lettera riguardi “le categorie coperte”, nelle quali non rientrano i lavoratori pubblici, e interessa quei soggetti “che non hanno il Pin”, ovvero il codice per l’accesso online per la simulazione della pensione. Per chi ha il PIN, infatti, l’inps ha già messo online uno strumento automatico che permette di effettuare una simulazione della propria pensione

Inizialmente s’era parlato di milioni di buste inviate ad altrettanti lavoratori. Ipotesi smentita perchè:

Ne manderemo solo una piccola parte perché non ci è stata data l’autorizzazione dai ministeri per superare il vincolo di spesa perché abbiamo una spesa contingentata per le spedizioni postali. Se sbloccano la spesa nella legge di stabilità il grosso lo manderemo dopo

 




Reply