Libero e Virgilio abbandonano Google, ecco qual è il nuovo motore che utilizzeranno

Italiaonline, società nata dalla fusione per incorporazione della vecchia Italiaonline S.p.A. in Seat Pagine Gialle S.p.A., ha dato vita alla prima internet company italiana.

Questa potentissima realtà italiana ha preso una importante decisione: ha scelto di adottare il search engine di Bing per i servizi di ricerca di Libero e Virgilio al posto del search engine precedente (che era Google)

Grazie ad un accordo fatto con Microsoft, infatti, il motore di ricerca Bing fornirà ai due portali di Italiaonline(LIBERO e VIRGILIO) sia i risultati organici di ricerca sia i link sponsorizzati, oltre alle funzioni di ricerca immagini, suggerimenti e delle ricerche correlate.

Secondo i dati relativi al primo semestre 2016 (di Audiweb Database) i due portali web, Libero e Virgilio, hanno circa 4,3 milioni di utenti unici al giorno

Questa è una chiara dimostrazione di come Microsoft stia investendo molto per far crescere il suo motore di ricerca (Bing) ottimizzando le sue performance e migliorando l’interoperabilità del motore di ricerca grazie a oltre 4.000 esperimenti a settimana che ne assicurano la fruibilità ottimale da parte dell’utente

Domenico Pascuzzi, Responsabile Virgilio and Advertising Offering di Italiaonline, ha dichiarato:

Bing è in grado di soddisfare le esigenze di search di tutti i nostri utenti, offrendo risultati precisi, aggiornati e chiari in grado di aiutarli a orientarsi nella molteplicità delle proposte del web su ogni specifica query

Contare sulla creazione e sincronizzazione automatica della propria scheda e mappa su Bing places for business attraverso Iol Connect, il servizio di Italiaonline pensato per le PMI

Claudio Grego, Senior Program manager Bing & Cortana Ecosystem, ha dichiarato

Bing è una piattaforma in costante crescita. È in grado di riconoscere oltre un miliardo di entità (tra persone, luoghi, animali e cose) e può associare ad esse più di 21 miliardi di collegamenti a fatti, 18 miliardi di azioni e 5 miliardi di relazioni.

Con questa partnership metteremo a disposizione di Italiaonline, la nostra tecnologia per potenziare le loro piattaforme Libero e Virgilio e offrire ai loro utenti la migliore esperienza di navigazione




Tags:,

Reply