Le Roms Android, tutto quello che c’è da sapere

Delle volte quando vogliamo rimettere in sesto un vecchio cellulare ci viene detto: ma mettici una ROM! Metti Cyanogen! E cose del genere.

Ma cosa significa? Cos’è una ROM e cos’è il Cyanogen? Senza indugio, buttiamoci nel mondo delle ROM custom.

Prima di tutto la ROM è la parte dove il nostro sistema operativo Android viene stipato, insieme a gran parte della memoria interna ed altre sezioni particolari. Quindi significa che, sì, il nostro attuale sistema operativo è già stipato all’interno d’una ROM.

Quel che dobbiamo fare è modificarla, con un altro sistema operativo personalizzato dalla radice. Ma perché dobbiamo farlo, per la precisione?

E’ più leggero e veloce (dipende da ciò che scegliamo però). Il nostro vecchio Smartphone non è più aggiornato o ottimizzato, oppure è uscito di fabbrica con una versione di Android molto pesante. Una ROM alleggerita di tutta la paccottiglia preinstallata e senza funzioni inutili può rendere il nostro cellulare molto, ma molto più veloce del normale.

E’ personalizzabile in tutto e per tutto. Anche se la ROM è montata in un certo modo, è già libera e Rootata. Possiamo personalizzarla come più ci pare e ci piace, compresi i controlli avanzati dell’hardware del nostro Smartphone e tanto altro ancora.

E’ fatto da appassionati. Certe ROMS o Firmware sono creati per un dato modello di cellulare (Ad esempio la serie Galaxy S) e per questo motivo testato da gente con un occhio comune ma con abilità professionali per riscontrare i nostri gusti e sbloccare tutte le potenzialità dello Smartphone.

Ma ovviamente non tutto è rose e fiori: perché mettere una ROM personalizzata può essere sbagliato?

Rimuove la garanzia. E questo è ovvio. Se lo state facendo su un vecchio cellulare potete saltare direttamente più in là.

Non è sempre facile installarli. Anche se sono testati sullo stesso tipo di cellulare che abbiamo anche noi, certe ROMS non funzionano sempre e comunque (A volte i cellulari Europei sono molto differenti da quelli Americani, non importa che hanno lo stesso nome) e possono bloccare il nostro Smartphone o semplicemente non funzionare.

Dobbiamo dire addio a buona parte di Google. Certe funzioni e molte apps di Google non sono pre-installate nelle ROM personalizzate. Dobbiamo prepararci minimo a reinstallare Google Play Store.

Come dobbiamo prepararci?

Rootare il nostro cellulare e installare il recovery di TWRP può essere una buona idea, facendo il backup integrale del nostro Smartphone. Per seconda cosa, installare ROM Manager è un’altra buona idea. ROM Manager facilita enormemente l’installazione delle ROM. Basta scaricare la rom sotto il suo formato ZIP, piazzarla in memoria (possibilmente MicroSD) e lasciar fare tutto a lui.

Ecco qualche buon nome (e fonte) con il quale iniziare:

CyanogenMod. Popolarissimo. E’ stabile e continuamente aggiornato. E’ un sistema operativo completamente rifatto da zero con centinaia di funzioni nuove.

PAC-ROM. Molto sperimentale, ma interessante. Questa ROM è una raccolta delle funzioni migliori di altri sistemi operativi Android, integrati tutti in una sola soluzione.

Paranoid. Un sistema operativo Android con molte modifiche, ma tutte quasi invisibili. Per chi non ama cambiamenti troppo radicali. Il progetto ha avuto un passato burrascoso ma sembra essere ancora in piedi.




Tags:,

Reply