La nuova funzionalità di facebook. Ecco cosa permetterà di fare | Message Requests

Avete bisogno di mettervi in contatto con qualcuno ma non siete suo amico? Facebook (nella versione attuale) permette di fare ciò anche se il messaggio che inviate a questa persona va a finire nella sezione “ALTRO” del destinatario e quindi potrebbe non essere letto in tempi brevi. Se ciò è un bene per chi è vittima di spam o di messaggi “indesiderati” può essere invece un male per chi desidera mettersi in contatto con qualcuno senza però essergli “amico”. Altro problema da non sottovalutare relativamente alla cartella “altro” è il fatto che non è accessibile da mobile ma solo da web.

Facebook al tal proposito ha deciso di apportare delle modifiche a questa funzionalità e per questo motivo ha pensato a Message Requests.

Cos’è?

In pratica grazie a questa possibilità l’utente (sia nella versione web che per quella mobile) vedrà comparire tra i suoi nuovi messaggi anche quelli ricevuti da “sconosciuti” (cioè da quelle persone che non fanno parte della sua schiera di amici) direttamente nella cartella principale dei messaggi in arrivo, dando la possibilità all’utente di visualizzare il messaggio e di decidere se accettare o rifiutare futuri messaggi provenienti dal medesimo mittente

message requests facebook

Il mittende del messaggio, secondo quanto si apprende, non sarà in grado di sapere se il messaggio è stato letto o no dal destinatario e nemmeno se è stato eventualmente “bannato”.

David Marcus, capo della divisione Messenger di Facebook, direttamente sul social network, ha fatto sapere che

We truly want to make Messenger the place where you can find and privately connect with anyone you need to reach, but only be reached by the people you want to communicate with. Now, the only thing you need to talk to virtually anyone in the world, is their name. As a result of these changes, we’re removing the “Other Folder” that was only accessible from the web, and are enabling you to accept or ignore new requests without the requestor knowing you’ve read their message.

che tradotto vuole dire

Vogliamo davvero rendere Messenger il luogo dove si possono trovare e connettersi privatamente tutte le persone. Ora, l’unica cosa che dovete sapere per parlare con qualunque persona nel mondo, è il loro nome e cognome. Come risultato di questi cambiamenti, stiamo rimuovendo la cartella “Altro” che era accessibile solo dal web, e stiamo consentendo di accettare o ignorare le nuove richieste

Che ne pensate? Vi piace questa nuova funzionalità




Tags:

Reply