La Bibbia 3.0 e La Bibbia 4.0 una raccolta di immagini e video che sconvolgono il web

Quella degli adolescenti di oggi è una “generazione multitasking”, restano soli davanti al computer intenti a chattare con amici, più o meno reali, sui social network e su tutto ciò che è “virtuale” estraniandosi di fatto dalla vita reale e dal mondo

Questa generazione è nata e cresciuta in un’era digitale che ha introdotto nuove forme di interazione sociale e un linguaggio del tutto inedito, anche se sempre più povero di contenuti.

Probabilmente proprio per questo motivo sta facendo parlare molto di se la BIBBIA (non fatevi ingannare dal nome perché di sacro non c’è proprio nulla)

E’ un maxi archivio di circa 10.000 file, tra video e immagini, rubati dalla rete da qualsiasi parte si possa attingere. Parliamo di Facebook, Twitter, Ask, WhatsApp, telegram. Materiale pedo pornografico e non scaricabile facilmente utilizzando semplicemente Google o cercando su qualche gruppo privato di Facebook dove viene pubblicizzato.

Ad oggi, ne sono uscite ben tre versioni e si parla anche di una versione 4

Questa Bibbia è frutto di un lungo lavoro malato, dove svariate persone hanno continuato ad aggiornare un file su Dropbox in cui sono memorizzati immagini e video di ogni genere, soprattutto a carattere sessuale, che però includono anche  foto private di ragazze minorenni

Chiunque può trovarsi immischiato (suo malgrado) in questo archivio pieno zeppo di immagini e video

Di reati ce ne sarebbero tanti, il problema è trovare gli autori “nascosti” nella rete. Ma siamo certi che la polizia postale riesca a compiere questo miracolo e a far cessare questo scempio




Reply

*