Intesa e Unipol Banca sotto attacco hacker? Gli istituti negano ma è caos sul web #OpBankDump

Ghost Italy (cellula esterna di Anonymous Italia) ha rivendicato un attacco hacker a due istituti di credito (Banca Intesa e Unipol Banca) durante la quale il gruppo si sarebbe appropriato di 90 dei loro database. A parlarne è anche il famoso quotidiano Repubblica.

All’interno di questi database ci sarebbero circa 6000 email, numeri di telefono, nomi utente e password di utenti, dipendenti e clienti aziendali delle banche stesse

Contattati da repubblica i due istituti di credito rivelano: “escludiamo impatti per la nostra clientela”. Eppure i dati sono stati pubblicati online, nell’ambito di quella che è stata definita dagli hacker operazione “#OpBankDump”: su ghostbin.com sarebbero infatti disponibili elenchi completi ordinati alfabeticamente

A Repubblica gli hacker rivendicavano così l’azione

L’attacco è stato anche fatto per dimostrare quanto loro non tengano ai nostri dati ed alla nostra privacy, pagano con i nostri soldi milioni di euro per proteggerci ed alla fine lo fanno invano. Quando abbiamo violato Intesa, in essa c’erano 90 database

sicuramente nelle prossime ore se ne saprà di più




Reply