[Incidenti Stradali] La polizia sarà in grado di sapere se il guidatore usava il telefono

La polizia di New York potrebbe ricevere molto presto in dotazione un nuovo dispositivo da utilizzare per verificare la responsabilità degli incidenti stradali. E’ uno scanner capace di verificare se lo smartphone era in funzione subito prima o durante l’incidente stesso.

A fornire tale tecnologia sarebbe la nota società Cellebrite, di cui s’è parlato molto in questo ultimo periodo perchè probabilmente è l’azienda che ha aiutato l’FBI ad aprire l’iphone del terrorista di San Bernardino

Al momento non c’è nulla di certo, è una proposta lanciata da un deputato USA. Ma se venisse approvata in via definitiva potrebbe diventare presto realtà, perché la tecnologia c’è già, anzi dovrebbe essere depotenziata per poter essere utilizzata.

La proposta prevede che i guidatori coinvolti in incidenti debbano fornire i propri telefoni alle forze dell’ordine e questi ultimi analizzeranno il dispositivo per capire se prima dell’incidente il guidatore era al telefono, leggeva o inviava messaggi. Per aggirare i limiti posti dalle solite leggi sulla privacy, il textalyzer presumibilmente non dovrebbe tenere conto di conversazioni, contatti, numeri di telefono, foto e dati delle applicazioni.

Stando a dei report forniti dalle polizie di mezzo mondo la prima causa di incidenti (e di morte purtroppo) è proprio l’utilizzo dello smartphone alla guida, e l’invio di SMS soprattutto.

Secondo i dati Aci e Istat relativi all’ultimo anno, il 20,1% degli scontri è provocato da distrazioni dovute all’uso dello smartphone. I guidatori più imprudenti sono quelli del Nord: qui il 42% dei conducenti guida con un occhio sullo smartphone, contro il 29,3% del Centro e il 28,5% di del Sud

Che ne pensate di questa proposta?




Reply