Fifa 16 crack pc, pirati in difficoltà a causa di DENUVO

In molti, spesso, ci chiedono di fornire link a giochi, programmi e altre utility piratate, cioè illegali. A queste mail ci limitiamo a non risponderle visto che la mission di questo sito certamente non è quella di aiutare la pirateria, che ricordiamo essere un reato. Ci ha colpito una mail di un nostro lettore, il quale ci chiede come mai, dopo mesi di rilascio, FIFA 16 non sia stato crakkato dai pirati visto che, negli anni precedenti, all’atto dell’uscita del gioco si trovava già la versione piratata.

Il gioco è “protetto” da una protezione particolare chiamata Denuvo (realizzata in Austria). Denuvo è il nome di una start-up austriaca, formata da ex programmatori di Sony DADC, divisione del colosso giapponese che si occupa di sistemi anticopia, e autori della vituperata SecuROM. Nel loro sito ufficiale viene presentato l’omonimo pacchetto anti-tamper: non si tratta quindi di un software DRM, ma di un algoritmo che impedisce azioni di reverse engineering sugli eseguibili protetti – in pratica una protezione della protezione

Fino a qualche giorno fa la protezione in questione sembrava essere blindata, adesso sembra che qualcosa sia cambiato. A scriverlo, sono dei blog di settore specializzati i quali sostengono che un team di “cracker” (chiamato 3DM) ha probabilmente scoperto un modo per aggirare questa temibile protezione e potrebbe pubblicare una soluzione a breve che arriverà per vie traverse.

3DM è lo stesso gruppo che a gennaio dichiarava l’imminente morte della pirateria in ambito gaming. Lo faceva proprio per via di Denuvo, il sistema di protezione integrato su FIFA 16, Just Cause 3 o Rise of the Tomb Raider.

Il rilascio delle versioni piratate del gioco, in altre parole, sta diventando una procedura troppo lunga e complessa per rendere fruibile illegalmente un contenuto.

Non è detto che la fine della pirateria non sia un vantaggio, anzi. Moltissime multinazionali produttrici di giochi, sempre più spesso, preferiscono non dedicare molto lavoro al gaming su PC proprio per “colpa” della pirateria e dei mancati guadagni su questa piattaforma. Ricordiamo su tutti l’uscita posticipata di mesi (rispetto alle versioni su console) di GTA.

Staremo a vedere




Tags:

Reply