Facebook e Whatsapp: Pericolo Privacy!! Interviene il Garante, ecco perchè

Quasi ogni giorno parliamo di social network e app di messaggistica. E’ una conseguenza del fatto che, quasi ogni giorno, dedichiamo almeno un’ora complessiva del nostro tempo a messaggiare con amici, parenti e conoscenti

Ma oggi questo articolo non parlerà di innovazioni o nuove implementazioni ma di privacy

Antonello Soro, il Garante della privacy italiana, vuole vederci chiaro nella politica di Facebook relativa all’uso dei dati di Whatsapp.

E’ stata per questo motivo inviata

un’istruttoria a seguito della modifica della privacy policy effettuata da Whatsapp a fine agosto che prevede la messa a disposizione di Facebook di alcune informazioni riguardanti gli account dei singoli utenti di Whatsapp, anche per finalità di marketing

Il garante ha continuato dicendo

La nuova privacy policy adottata da Facebook e WhatsApp pone serie preoccupazioni dal punto di vista della protezione dei dati personali.

Il flusso massiccio di dati non riguarda solo gli utenti di Facebook o WhatsApp, ma si estende anche a chi non è iscritto a nessuno dei due servizi, i cui dati vengono comunicati per il semplice fatto di trovarsi in una rubrica telefonica di un utente di WhatsApp

Occorre ricordare – continua Soro – che lo scambio di indirizzari non può avvenire senza il consenso degli interessati.

Ad un primo esame, nelle nuove regole adottate da Whatsapp, sembrerebbe non essere previsto un consenso differenziato per le diverse opzioni e che gli utenti siano di fatto costretti ad accettare in blocco le condizioni che prevedono lo scambio dei dati.

Le criticità già rilevate in passato vengono in questo modo moltiplicate. Vedremo adesso se Facebook e WhatsApp decideranno, responsabilmente e autonomamente, di sospendere questa iniziativa a garanzia degli utenti

Whatsapp e Facebook (che come sapete oramai sono della stessa proprietà) fanno sapere di “essere conforme alla legge sulla protezione dei dati dell’Ue. Lavoreremo con il Garante della Privacy italiano nel tentativo di rispondere alle sue domande e di risolvere eventuali problemi”




Reply