Facebook, come controllare quali applicazioni accedono ai nostri dati

Facebook è il social network più famoso ed utilizzato al mondo con i suoi miliardi di utenti. E’ al centro della vita di tutti i giorni di ognuno di noi. Spesso lo utilizziamo anche per fare una registrazione presso dei siti terzi senza pensare a ciò che provoca questo in termini di privacy.

A tal proposito, vi siete mai chiesti a chi avete dato il consenso di utilizzare i vostri dati personali?

Certo, come detto, se siete abituati ad autenticarvi all’interno dei siti web con le credenziali di facebook (magari per fare prima) allora certamente c’è bisogno di verificare un pò la vostra situazione relativa alla privacy

Come verificare la privacy su facebook

Scoprire quali siano i siti o le applicazioni ai quali avete dato il vostro consenso è possibile, che si sia o meno ricevuto l’apposito invito di Facebook a controllare le proprie Impostazioni.

Vediamo come arrivarci. Questo è un link diretto (utilizzabile da PC) al quale accedere

sotto la voce “Accesso effettuato con Facebook”, comparirà la lista di tutte le applicazioni.

facebook privacy 1
la lista potrebbe essere lunga, molto lunga, se non si è mai fatto pulizia. Basta pensare a tutte le volte a tutti i test a cui si è partecipato(sbagliando, almeno dal punto di vista delle privacy).

Cliccando sul nome di ogni applicazione si avrà la possibilità di rimuoverla. Ci sono altre informazioni che possono essere messe a disposizione delle applicazioni, giochi e siti utilizzati dai propri amici.

Per scegliere cosa non mostrare alle applicazioni usate dai propri amici Facebook, sempre sotto “Applicazioni e siti web”, cliccare su “Applicazioni usate dagli altri” e spuntare le voci che si vuole o meno rendere trasparenti a terzi.

C’è poi un trucco che potrebbe risultare molto utile se non amate ricevere notifiche di giochi da parte dei vostri amici. Applicazioni e Siti Web” > “Piattaforma”. Spuntare il “no” alla voce “Desideri ricevere le notifiche relative agli inviti ai giochi e altre applicazioni?”




Tags:

Reply