Elezioni americane, facebook ha influenzato gli elettori a favore di Trump?

Donald trump è il nuovo presidente degli stati uniti d’america, lo avrete certamente letto e sentito in tutte le “salse” possibili da giornali, tv, radio e tutti gli altri canali di informazione. Forse, però, non sapete delle accuse lanciate al social network più famoso al mondo.

Accuse secondo cui le tante notizie false sui candidati(per lo più sulla Clinton), presenti sul social network, avrebbero condizionato di parecchio l’orientamento elettorale degli americani e quindi fatto pendere la bilancia a favore di TRUMP

A dirlo sarebbero degli analisti USA che hanno fatto notare come Facebook, per moltissimi cittadini americani(addirittura secondo delle stime per 44% di essi), sarebbe fonte primaria di informazione e avrebbe rilanciato una serie di notizie e video poi rivelatisi falsi invece di diffondere le notizie più accreditate avvantaggiando così il candidato repubblicano

Il fondatore di Facebook, Zuckerberg, parlando ad una conferenza in California, non ci sta e risponde cosi

l’idea che le false notizie su Facebook abbiano influenzato in qualche modo il voto e’ piuttosto folle. Questo lavoro è molto più grande di ogni presidente e il progresso non si muove in linea retta

Zuckerberg sa però di avere un grosso problema da risolvere su facebook: le BUFALE! Noi stessi, quasi ogni giorno, cerchiamo di mettere in guardia gli utenti dalle varie notizie false che circolano sul social network blu

Accusare Facebook di una cosa del genere crediamo sia fuori luogo sinceramente. Non credo che gli Americani abbiano preso una decisione cosi importante fidandosi di notizie lette cosi a caso.

Oltre a questo è risaputo che il neo-presidente eletto non ha mai fatto mistero della sua insofferenza per Silicon Valley. Ha chiesto più volte che i giganti del tech mantengano la produzione in America.

Ha minacciato Amazon di un processo antitrust – e ieri il fondatore Jeff Bezos si è subito riallineato con un tweet in cui offre al nuovo presidente “tutta la sua mente aperta” per collaborare

Voi cosa ne pensate? Vi fidate sempre di ciò che leggete su facebook? Vi fate condizionare da ciò?




Reply