Cos’è il Dark web, l’oscura parte della rete

Navigare all’oscuro di tutto, senza essere visti da nessuno. Molti parlano della Dark Net come un racconto della fantascienza, come in quei film nel quale si entra nello schermo e si naviga con la propria persona in un mondo fatto di raggi di luce e imperi sconosciuti.

Ma andiamo per gradi: spieghiamo prima come funzionano alcuni strati della rete in cui navighiamo ogni giorno.

Rete visibile, quella che usiamo ogni giorno: state tranquillamente visitando questo sito, che è stato indirizzato magari da Google. Al giorno d’oggi qualsiasi sito reso disponibile all’utente tramite un motore di ricerca è ritenuto “a galla” e ben visibile da ogni persona.

Deep Web: questa invece fa parte di siti web dimenticati o che non vogliono farsi indirizzare da nessun motore di ricerca, restando per la maggior parte nascosti. Sono siti però che, se trovati, possono essere navigati senza alcun problema con il nostro browser o con metodi semplici.

Dark Web: al nocciolo della questione invece, il Dark Web non si può trovare né con i motori di ricerca e nemmeno con i browser normali, anche sapendone l’indirizzo. E’ quella parte d’internet che potete trovare soltando con indirizzi specifici e con il browser giusto (come ad esempio il browser TOR)

Nei casi più estremi bisogna avere anche ulteriori metodi di riconoscimento, come codici ricevuti per posta.

Da come avrete intuito, s’intende per Dark Web quel luogo della rete dove si può fare tutto con la minima osservazione dagli enti locali o esteri. Esiste qualche modo per controllare delle attività (attraverso il nodo di uscita della connessione) ma con i giusti accorgimenti, si può quasi completamente tutelare ogni nostra azione.

Nel Dark Web esistono molti siti dove la rivendita di droga ed armi si fa di nascosto ed in relativa sicurezza.

Il Dream Market è uno degli esempi più lampanti. Essendo completamente inosservato, il Dark Web può essere fonte di molti imbrogli e furti, per questo motivo se mai vi avventurerete per quelle parti…fate sempre attenzione!

Concludiamo questo nostro articolo mostrandovi questa immagine che sicuramente vi potrà chiarire ancora di più il tutto

deep-web

Da come potete vedere “a galla” ci sono Google, Bing e man mano a scendere tutto ciò che c’è nel web che non si “vede”




Tags:

Reply