Come salvare le balene guardando un film a luci rosse

Per i secoli le grandi balene sono state cercate per l’olio, la carne, i fanoni e l’ambra grigia. Fino alla metà del ventesimo secolo, la caccia alla balena ha condotto molte popolazioni di balene alla quasi estinzione. L’iniziativa di cui vi parliamo oggi cerca proprio di fare un freno a questo fenomeno. E’ chiamata «Save The Whale» ed è iniziata ufficialmente sabato 13 febbraio in occasione del «World Whale Day», la Giornata Internazionale delle Balene, e promette di dare un contributo importante nel campo della salvaguardia di questi cetacei.

In cosa consiste?

PornHub, leader nella distribuzione online di contenuti a luci rosse per adulti, ha lanciato una campagna per salvare queste specie marine: fino alla fine del mese di febbraio il sito donerà alla Moclips Cetological Society, un’associazione senza fini di lucro che si occupa di tutelare le balene, un centesimo di dollaro per ogni 2 mila filmati hard visualizzati sulla sua piattaforma.

Giustamente, per chi non conosce i numeri di questo portale si può pensare che si tratti di pochi spicci. Se si considerà, però, che nel 2015 il sito ha totalizzato 87,85 miliardi di video visti, 240milioni di visualizzazioni al giorno, stiamo parlando (in termini economici) di 1.200 dollari al giorno.

A campagna conclusa, dunque, la compagnia dovrebbe dare in beneficenza all’associazione 26.400 dollari. E le balene potrebbero tornare a sorridere.

vi piace l’iniziativa?




Tags:

Reply