Canone Rai, si rischiano anni di galera per le false dichiarazioni

Abbiamo ampiamente parlato della nuova riforma del canone RAI che da Luglio 2016 verrà pagata (a rate) nei bollettini riguardanti l’energia elettrica, per un totale di 100€. E per soli 100€ si potrebbe rischiare di finire in carcere. Si avete capito bene

La Legge di Stabilità, infatti, con le nuove norme previste per il versamento del canone della Rai (che diventa a tutti gli effetti una tassa) cita un Dpr del 2000 (il numero 445) che a sua volta rimanda all’articolo 482 del Codice Penale sulla “Falsità materiale commessa dal privato

Tradotti significa che chi dichiara di non avere un televisore ma in realtà lo possiede e viene scoperto rischia una condanna al carcere fino ad un massimo di 6 anni perchè, per lo Stato, a prescindere dall’entità della somma, si prefigura un grave danno

È come se quel cittadino che dichiara di non avere la TV avesse rilasciato una falsa testimonianza ad un pubblico ufficiale

Che ne pensate?




Reply