Buongiorno, siamo l’Ufficio Controlli Incrociati | truffa telefonica

Purtroppo i colossi dell’energia e del gas sono spesso oggetto di truffe. Oggi vi parliamo di una che circola telefonicamente. Ricordiamo che oltre ad avvenire per telefono le truffe più frequenti sono quelle delle bollette gonfiate (tramite email)

Oggi vi parliamo di una possibile telefonata che potrebbe arrivare a voi o ad un vostro parente in cui chi è dall’altra parte dell’apparecchio dice di essere dell’UFFICIO CONTROLLI INCROCIATI. Cosa? E che è. Difatti la prima cosa che vi verrebbe da dire per telefono è proprio: chi?

Ad ogni modo questi truffatori vi dicono che devono effettuare delle verifiche e per questo gli servono i dati della vostra bolletta, nella maggior parte dei casi dicono di essere dell’enel. Voi non fornite nulla visto che, come dichiarato da Enel stessa:

Non ne facciamo e non ci permetteremmo mai di chiedere dati sensibili via telefono. Se ci sono problemi su una bolletta, ci sono le nostre sedi per chiarirli. Si tratta di truffe o concorrenza sleale

Ma cosa cercano i malintenzionati in attività negli ultimi giorni?

Spesso vogliono conoscere dati come il codice fiscale della vittima (di cui spesso conoscono già il nome), e soprattutto chiedono di comunicare il POD.Il POD è un codice composto da lettere e numeri che identifica in modo certo il punto fisico sul territorio nazionale in cui l’energia viene consegnata dal fornitore e prelevata dal cliente finale. È facile da individuare poiché inizia con “IT” ed è composto da 14-15 caratteri, e solitamente si trova nel primo foglio della bolletta della luce. Un numero che non spaventa la vittima, che magari se gli si chiedesse il numero di conto corrente si potrebbe insospettire. Però. Però si tratta in realtà di una sorta di “cavallo di Troia».Una volta in possesso del POD, ci si può inserire con facilità nel suo contratto di fornitura energetica e attivare un nuovo contratto. Ovviamente peggiorativo. E con una bolletta che il malcapitato utente sarà costretto a onorare prima di riuscire – non senza fatica – a ripristinare il vecchio contratto.

State attenti




Reply