Apple rilascia la prima beta pubblica di iOS 10, ecco come provarla

Torniamo a parlare del nuovo sistema operativo Apple presentato qualche settimana fa: iOS 10. Apple, in occasione del rilascio della BETA 2 ad uso esclusivo degli sviluppatori, ha anche rilasciato la prima beta pubblica di iOS 10. Ciò significa che tutti gli utenti iscritti possono ora scaricare e provare iOS 10 su iPhone e iPad compatibili.

Chi può installare la BETA di iOS 10

Logicamente la beta può essere installata “solo” sui dispositivi compatibili, cioè quelli che supporteranno anche la versione finale del sistema operativo. Vale a dire:

iPhone

  • iPhone SE
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6 Plus
  • iPhone 6
  • iPhone 5s
  • iPhone 5c
  • iPhone 5

iPad

  • iPad Pro 12.9″
  • iPad Pro 9.7″
  • iPad Air 2
  • iPad Air
  • iPad mini 4
  • iPad mini 3
  • iPad mini 2
  • iPad 4

iPod touch

  • iPod touch 6th-gen

Come installare la BETA di iOS 10

Premessa. Prima di installare iOS 10 (che ricordiamo essere in BETA, cioè in una versione non ancora definitiva) fatevi un bel backup di tutto tramite iTunes o iCloud, chi ha un dispositivo Apple certamente sapra farlo. Successivamente andate da iPhone alla pagina dedicata sul sito ufficiale della Apple ed effettuate la login con le vostre credenziali di accesso. Vi verrà richiesto di accettate i termini e condizioni del servizio, fatelo ovviamente

Nella pagina successiva bisognerà fare click sul link chiamato “enroll your iOS device” e poi su “Download profile”

Fatto questo verrà installato un profilo di configurazione sul dispositivo. Al termine dell’operazione riavviate il vostro device. Dopo il riavvio, accedendo ad Impostazioni – Generali – Aggiornamento Software, potrete installare la beta pubblica di iOS 10

Semplice, vero?

NB. Sconsigliamo di installare la beta di iOS 10 sul vostro “dispositivo principale”, essendo comunque ancora una versione instabile. In casi segnalati  al supporto Apple sembra che questa beta blocchi l”Apple ID di alcuni utenti, costringendo a disabilitare l’autenticazione a due passaggi.

Provatela se volete, ma su un dispositivo di prova magari 🙂




Tags:,

Reply