Apple non è obbligata a sbloccare iPhone, a dirlo è un giudice USA. Ecco la sentenza

In questi giorni tiene banco (e sicuramente avrete già sentito la notizia) la questione Apple vs FBI. L’FBI, infatti, avrebbe chiesto (a dire il vero ordinato) alla società di cupertino, di sbloccare lo smarpthone Apple di uno degli autori della strage di San Bernardino per cercare informazioni preziose e scongiurare un altro eventuale possibile attentato.

L’Apple si è rifiutata, in primo luogo perchè lo smartphone non sarebbe ‘sbloccabile’ (stando a quanto dichiarato dal CEO Apple COOK) ed in secondo luogo perchè anche se si realizzasse un software che permetterebbe lo sblocco ciò causerebbe un precedente molto pericoloso in termini di sicurezza per milioni di utenti. L’eventuale software, infatti, potrebbe essere usato anche da cybercriminali e non solo per scopi “legali”

Un giudice di New York si è espresso dando ragione ad Apple

La sentenza riguarda una vicenda completamente diversa da quella ripresa dai media in questi giorni ma potrebbe creare un precedente, come si dice in giurisprudenza. Riportiamo il caso poichè le richieste della Dea e dell’Fbi sono le stesse, anche se riguardano l’iPhone di un presunto trafficante di droga.

In questa recente sentenza, il giudice, James Orenstein di New York, ha disposto che la polizia non puo’ obbligare Apple ad eseguire l’ordine.

Quel che il governo vuole non si può ottenere perche’ il Congresso ha preso in esame una legge a questo scopo ma non l’ha approvata

“E’ esattamente il punto del caso di San Bernardino”, ha detto un alto dirigente Apple al telefono con i giornalisti dopo la sentenza

Che ne pensate? Da che parte siete?




Tags:

Reply