Addio a Windows 8 e fine del supporto per Internet Explorer

Microsoft ha comunicato ufficialmente il definitivo abbandono di Windows 8 e alle versioni meno recenti del browser Internet Explorer. Il sistema operativo non sarà più né supportato né aggiornato(parliamo di patch di sicurezza e aggiornamenti automatici)

Chi ha ancora questo sistema operativo (che poi a dire il vero non è neanche cosi tanto “vecchio”) è invitato da Microsoft ad aggiornare almeno a Windows 8.1 oppure valutare il passaggio gratuito (fino al 29 luglio 2016) a Windows 10

In realtà Microsoft vorrebbe che la totalità dei suoi clienti passasse a Windows 10, lo dimostra il fatto che, per almeno due volte al giorno, il messaggio di invito all’upgrade viene mostrato agli utenti di Windows 7 e 8.x

Internet Explorer

Oltre ad Edge, browser predefinito di Windows 10, Microsoft supporterà esclusivamente Internet Explorer 11. Per tutte le precedenti versioni del browser, quindi, non verranno più rilasciati aggiornamenti, compresi quelli riferibili a problematiche di sicurezza. Dov’è possibile, quindi, Microsoft consiglia l’aggiornamento ad Internet Explorer 11, anche nel caso in cui non lo si utilizzasse come browser predefinito.

È il caso degli utenti di Windows 7 (che continuerà ad essere supportato fino al 14 gennaio 2020) mentre chi utilizza Windows 8.1 ha già trovato Internet Explorer 11 preinstallato. Per convincere gli utenti ad installare Internet Explorer 11, la patch MS16-001 mostrerà una notifica di upgrade se viene rilevata la presenza di Internet Explorer 8/9/10 su Windows 7.

Per chi ha sistemi operativi “meno recenti” tipo Windows XP e VISTA dovrà prendere una decisione in merito ed aggiornare il sistema operativo




Reply