AdBlock Plus, apertura verso le pubblicità

AdBlock, estensione creata dallo statunitense Michael Gundlach per il blocco della pubblicità e il filtraggio dei contenuti all’interno dei browser, apre alla pubblicità. Sembrerà paradossale che un software creato appositamente per “combattere” la pubblicità poi faccia un passo indietro ma è cosi

Il nuovo sistema permetterà agli inserzionisti online di inserire tutti gli avvisi pubblicitari che soddisfano i criteri di Eyeo per quanto riguarda stile e dimensioni.

Ecco le parole di Till Faida, co-fondatore di AdBlock Plus:

La Piattaforma Acceptable Ads aiuta gli inserzionisti che vogliono mostrare un’esperienza pubblicitaria alternativa e non intrusiva agli utenti di ad-blocker fornendo loro un tool che lascia implementare i banner idonei

Gli inserzionisti che aderiranno alla nuova iniziativa lo faranno per non ottenere il blocco da parte degli oltre 100 milioni di utenti che utilizzano AdBlock Plus.

Per entrare nelle liste di pubblicità “accettabile” i brand devono collaborare con Adblock e in alcuni casi pagare. E poi – come riporta The Verge – agli editori andrà l’80% dei pagamenti per l’inserzione, mentre il restante 20% andrà diviso tra vari soggetti, tra cui Adblock Plus (6%).

Programmi simili ad Adblock Plus sono molto comuni, tanto che sempre più siti come contromossa bloccano l’accesso agli utenti che usano questi software per non visualizzare pubblicità.

Il nostro pensiero è che ci vuole un giusto compromesso in tutto. Serve qualcosa che permetta a noi siti di riuscire a guadagnare qualcosa “per vivere”  (visto che l’unico nostro ricavo è dato dalla pubblicità) e allo stesso tempo rendere l’esperienza dell’utente “non stressante” visto che in alcuni casi è veramente difficile leggere una notizia da qualche sito

Ci vuole una giusta via di mezzo, come in tutte le cose. Varie volte ci sono state proposte pubblicità “invasive” quali popup o video a tutto schermo. Abbiamo sempre rinunciato a tutto ciò lasciando i “soli” banner




Reply